Sinossi

John Vogel è nato il giorno della bandiera (14 giugno) e sotto una cattiva stella. Truffatore ispirato, sogna un grande futuro per sé e la propria famiglia, soprattutto per Jennifer, la figlia maggiore e prediletta. Padre carismatico, quando non è altrove, promette una vita vissuta come un’avventura. Il resto del tempo accumula i debiti e i rischi di una vita oltre i confini della legalità. Egoista e bugiardo, lascia moglie e figli una notte d’estate voltandosi indietro solo una volta, per guardare la sua Jennifer che non smetterà mai di cercarlo come la polizia di inseguirlo.

PRESENTAZIONE DEL FILM

Recentemente s’è fatto un gran parlare di Sean Penn per il suo impegno nei confronti dell’Ucraina; era lì quando è iniziata l’invasione, stava girando un documentario sullo scenario geopolitico che stava mutando e tornato in patria, si è speso attivamente per testimoniare quello che stava succedendo. Con questo film, torna alla regia raccontandoci una storia vera, tratta dall’autobiografia della vera Jennifer Vogel, giornalista e scrittrice americana, che ha convissuto con questo padre incapace di prendersi le proprie responsabilità, con cui ha provato a fare i conti dando voce alla sua storia. 

Per questo progetto, Penn sceglie di lavorare con i suoi due figli, Dylan come protagonista principale, nei panni di Jennifer e il figlio Hopper nel ruolo di Nick. Fin da subito sullo schermo si percepisce l’alchimia tra il regista e sua figlia, anche se il tema narrato è quello di un conflitto non solo tra generazioni, ma tra modi diversi di intendere la vita, troppo beffardo ed egoista l’uno, troppo devota e influenzabile dall’amore l’altra. Si potrebbe dire che la figura di Vogel sia un cliché fin troppo usato se non fosse appunto una storia vera: ribelle, anticonformista, perennemente in fuga, il classico personaggio visto tante volte nei drammi americani. La regia è accurata e nulla è lasciato al caso: basti pensare che la scena finale ha richiesto giorni di prove che hanno coinvolto un gruppo di agenti di polizia e di autopattuglie, elicotteri dei telegiornali e della polizia.

Colonna sonora di altissimo livello, con un Eddie Vedder (voce e anima dei Pearl Jam) in grande spolvero che approfitta dei legami padre – figlia, per far esordire alla composizione sua figlia Olivia.

Il titolo originale è Flag Day, richiamando il giorno (il 14 luglio 1777) in cui gli Stati Uniti hanno adottato la bandiera nella versione contemporanea ed è il giorno in cui Vogel è nato.                         

A cura di Ileana

 

Video e Foto

1 video

Proiezioni

  • 21.15
  • 21.15