Downton Abbey

Venerdì 13 e Sabato 14 Dicembre

ore 21.15

Downton Abbey, film diretto da Michael Engler, è basato sulla popolarissima serie TV britannica, ambientata all’inizio del XX Secolo nello Yorkshire. Protagonista è ancora una volta la famiglia Crawley e la servitù che lavora per essa presso la splendida tenuta Downton Abbey nella campagna inglese. Siamo nel 1927 quando un evento sconvolge la quiete del gruppo aristocratico: il conte di Grantham, Robert Crawley (Hugh Bonneville), riceve una lettera direttamente da Buckingham Palace, nella quale viene comunicato che re Giorgio V e la sua famiglia reale faranno visita alla dimora. Questo vuol dire che i veri reali soggiorneranno da coloro che hanno sempre vissuto da reali.
La notizia li getta nella confusione più totale e in breve tempo la tenuta viene popolata dal maggiordomo e da altri dipendenti del re, che si prodigano per far sì che tutto sia pronto per il grande arrivo. I Crawley si ritrovano impossibilitati ad agire, mentre Downton Abbey sembra aver subito una colonizzazione esterna da parte dell’arrogante personale reale, che umilia i domestici del palazzo. Lady Mary (Michelle Dockery) è convinta che il loro maggiordomo, Thomas Barrow (Robert James-Collier), non sia pronto ad affrontare un evento simile e chiede al signor Carson (Jim Carter), maggiordomo in pensione, di tornare temporaneamente ai suoi servigi per l’occasione. Anche Lady Violet (Maggie Smith) è preoccupata per la visita reale, che comporta l’arrivo di Lady Maud Bagshaw (Imelda Staunton), dama di compagnia della regina e cugina stretta di Robert, cosa che renderebbe il conte un perfetto erede della nobildonna.
Ma i domestici di Downton non restano a guardare mentre il caos invade la dimora e sono decisi a “contrattaccare” per riprendere quello che un tempo era loro territorio. Nei sotterranei della tenuta, Anna (Joanne Froggatt) e John Bates (Brendan Coyle) escogitano un piano per riconquistare la famiglia e ripristinare l’onore di Downton, tutti sono d’accordo tranne il signor Carson. Riuscirà la servitù a cacciare gli invasori e accogliere al meglio re Giorgio V e la sua famiglia?

PRESENTAZIONE DEL FILM

La serie televisiva da cui è tratto questo film, conclusasi nel 2015, è stata uno dei più grandi recenti successi della televisione inglese: 52 episodi, sei stagioni, speciali natalizi vissuti come l’evento televisivo dell’anno, vincitrice di numerosissimi premi. Basti pensare che la regina Elisabetta avrebbe confessato in un’intervista di guardarla assiduamente e di divertirsi a scovare errori nella ricostruzione scenografica della serie. 

Ruotava intorno alle vicende della famiglia Crawley e soprattutto della sua servitù ed ora ce ne viene riproposta una sintesi attraverso questo lungometraggio che ne riprende pienamente ambientazioni e protagonisti. Per i fan della serie sarà sicuramente un ritorno atteso e gradito; per chi non avesse mai visto la serie, sarà uno di quei film piacevoli e in perfetto stile inglese, ambientati in un periodo, fra gli anni Dieci e Venti del Novecento, di cambiamenti epocali a livello sociale. Assistiamo infatti all’emergere di una coscienza di classe popolare da parte della servitù, in contrapposizione al declino dell’aristocrazia e dei suoi centenari privilegi, con i suoi rappresentanti affannati a cercare di mantenere le loro posizioni. Lo spunto del film, la visita dei reali, richiama un vero tour che i monarchi fecero nel 1912 fra le varie città e dimore minori della campagna inglese per rinforzare il loro rapporto con la nobiltà locale. E nell’ottica della grande attenzione all’accuratezza storica, si è cercato di ricostruire con grande precisione tutti i rituali domestici di una casa nobiliare, effettuando una parte delle riprese a Highclere Castle nell’Hampshire, in una residenza dei conti di Carnarvon, la cui famiglia possiede quelle terre dal 1679. 

Lo sceneggiatore è Julian Fellowes, premio Oscar per Gosford Park. 

A cura di Ileana